Hello world!

Se penso che il primo approccio col mondo dei computer l’ho avuto con un Commodore 64 e, nonostante questo, mi sia innamorato follemente di questo universo, rende l’idea di quanto fosse lontana l’informatica degli anni’80 rispetto a quella odierna.

Risultati immagini per commodore 64

Già perché internet esisteva solo come network tra alcune università americane, il concetto di World Wide Web non era neppure nei pensieri del buon Tim e l’unica fonte di informazione erano le riviste specializzate come MC Microcomputer, Chip e Bit. Certo c’erano le BBS ma se non vivevi in una grande città era un modo piuttosto costoso per collegarsi ad altri computer.

Passare gran parte del tempo a digitare listati chilometrici che trovavi nelle riviste era un’operazione inizialmente eccitante ma frustrante quando non funzionava nulla per colpa di qualche errore di battitura o di un refuso tipografico.

Personalmente non ritengo quel periodo particolarmente magico, preferisco di gran lunga quello attuale, almeno dal punto di vista informatico, anche se per certi versi l’incredibile rumore di fondo che il mondo interconnesso genera non giova alla tranquillità quotidiana.

“Hello World” non è solo la prima frase che un programmatore manda in output quando comincia ad imparare un nuovo linguaggio ma è anche il post d’inizio di un qualsiasi blog. Mi auguro quindi che possa essere il primo di una lunga serie.

Risultati immagini per live long and prosper

 

Please follow and like us:
Questa voce è stata pubblicata in Story e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento